SPECULAZIONE, TRAGICOMMEDIA IN QUATTRO SCENE

Scena prima: negare sempre

[…] la stessa Consob nei giorni successivi ha accertato che la “speculazione” non era responsabile dei crolli di Borsa. Questi ultimi, piuttosto, sono stati innescati  dalle indecisioni del governo sulla manovra economica e dalle indagini della magistratura [e dal tempo piovoso, no ? NdR].

Riccardo Sabbatini, Il Sole 24 ore, 16 luglio 2011

 

Scena seconda: piccole ammissioni

La regolamentazione europea per la vendita allo scoperto e i derivati sarà approvata definitivamente in tempi medio-lunghi. […] Quest’ultima [la Commissione Europea] tra l’altro proponeva, in materia di vendite allo scoperto, un divieto vero e proprio ad effettuarle sulle azioni quotate e i titoli governativi dell’area euro. Quel veto è stato rimosso […].

Ebbene, nel testo della Commissione e dell’Ecofin non vi sono accenni ai Credit default Swap, mentre il Parlamento intende introdurre alcuni divieti. […].

Riccardo Sabbatini, Il Sole 24 ore, 16 luglio 2011

 

Il presidente dell’Acri [associazione di Fondazioni e Casse di risparmio, NdR], Giuseppe Guzzetti, intendendo fugare i dubbi su condotte speculative dei suoi associati, […]. Il fatto è che le speculazioni di cui si è parlato in questi giorni riguardavano vendite allo scoperto. Nel cui ambito le fondazioni [bancarie, NdR] erano sospettate di aver prestato i titoli a chi intendeva cederli in Borsa.

R.Sa. [ancora lui! È infaticabile !], Il Sole 24 ore, 16 luglio 2011

 

Scena terza: facciamo ordine

Gli hedge fund [in Italia, fondi speculativi, NdR] sono prodotti simili nella struttura ai fondi comuni di investimento. Rispetto a questi ultimi, si differenziano per la strategia di gestione adottata e per il numero di strumenti e tecniche a disposizione dei gestori.

Si distinguono dai fondi comuni tradizionali per i seguenti elementi:

[…]

  • limitazione all’ingresso: la partecipazione al fondo è in genere riservata a investitori istituzionali, qualificati, o risparmiatori con disponibilità patrimoniali consistenti [es.: fondi pensione, governi, banche centrali, grandi aziende, fondazioni, NdR]. Inizialmente, la soglia d’ingresso era stata stabilita in 1.000.000 di euro, in seguito ridotta a 500.000. Non vi è più un numero massimo previsto di partecipanti (in Italia erano al massimo 200 per fondo);

[…]

  • strategie di investimento: gli hedge fund sono caratterizzati da una maggiore libertà nella scelta delle strategie di investimento da adottare. Ad esempio possono utilizzare:
    • la leva finanziaria: il controvalore degli strumenti finanziari detenuti in portafoglio può essere superiore al patrimonio effettivamente disponibile, utilizzando l’indebitamento o l’investimento in strumenti derivati;

[…]

    • vendite allo scoperto: […]

Wikipedia, l’Enciclopedia libera

La vendita allo scoperto, chiamata anche short selling (o semplicemente short) oppure vendita a nudo, è un’operazione finanziaria che consiste nella vendita, effettuata nei confronti di uno o più soggetti terzi, di titoli non direttamente posseduti dal venditore. Più in generale con questa terminologia si denominano tutti i tipi di operatività finanziaria attuata con l’intento di ottenere un profitto a seguito di un trend o movimento ribassista delle quotazioni di titoli (azioni, strumenti, beni) prezzati in una borsa valori.

Difatti tali titoli, solitamente forniti da una banca o da un intermediario finanziario, durante lo short selling vengono istantaneamente prestati dal loro fornitore al venditore allo scoperto (chiamato anche scopertista o short seller oppure venditore a nudo) e quindi subito venduti da quest’ultimo.

Wikipedia, l’Enciclopedia libera

 

I principali hedge fund sono americani e in piccola parte inglesi: Bridgewater Associates, JP Morgan Chase, Soros Fund mgt, Highbridge capital mgt, Paulson & Co.; Man investments, Brevan Howard asset mgt ; i 225 più importanti fondi statunitensi gestivano, all’inizio del 2011, circa 1.300 miliardi di dollari.

In Italia, i fondi speculativi autorizzati sono proposti, tra gli altri, da: Akros, Amundi, Azimut, Ersel, Eurizon, Prima, Kairos, le stesse SGR (Società di Gestione del Risparmio) che offrono anche fondi comuni.

 

Scena quarta: finalmente i colpevoli !

– Chi specula, chi? Possibile che non si sappiano nomi e cognomi?          […]

– Non me ne frega niente della parola speculazione! Voglio i nomi …      […]

– La prego, un nome, un nome solo.

– Un nome solo?

– Si

Credo che uno si chiami Roberto.

Stefano Benni, La Repubblica, 14 luglio 2011

Leave a Reply