Pedoporno

Nell’Italia del 1960 quest’immagine sarebbe stata considerata oscena;

pedoporno

adesso invece ce la ritroviamo su tutti i cartelloni pubblicitari della Repubblica (è la campagna di una famosa agenzia pubblicitaria per un famoso brand di alimenti per animali). Questo deve essere un segno dell’infallibile marcia del progresso.

Umilmente, mi chiedo:

  • Quanti anni hanno questi tizi ?
  • In qualche parte del mondo quest’immagine potrebbe essere definita oscena, pedopornografica o comunque offensiva del pubblico pudore ?
  • Chi deve decidere quali immagini sono o non sono pedopornografiche ?
  • Il blog dell’Associazione Prometeo onlus di Massimiliano Frassi, “che da anni si occupa di lotta alla pedofilia, sostenendo le vittime dei pedofili e lavorando per creare una presa di coscienza del problema da parte della società” è il nostro comitato per l’imposizione della virtù e l’interdizione del vizio locale ?
  • Perchè l’intero blog www.il-giustiziere-lafabbricadeimostri è stato oscurato (si veda il nuovo blog dell’autore Stefano Zanetti e un commento su tutti che riassume quello che è successo) ?

www.il-giustiziere-lafabbricadeimostri oscurato

  • In questo paese esiste la libertà di parola?
  • Calomelano è a rischio oscuramento o si oscurerà da solo (come il centrosinistra che perde le elezioni da solo) ?
  • L’estensione dell’obbligo di rettifica ai blog, che al pari degli organi di stampa dovranno provvedere a dar corso a ogni richiesta di rettifica ricevuta entro 48 ore rischiando in caso contrario una sanzione fino a 12.500 euro, è ancora inclusa nella bozza della “legge sulle intercettazioni” ? [questa è facile: ad oggi, la risposta è: ]
  • Tra 50 anni che immagini ci saranno in giro che oggi sono considerate oscene ?
  • A cercar bene il R.I.S. di Parma troverà del materiale pedopornografico anche sul tuo computer di te che leggi ?

Leave a Reply