Dizionario filosofico: povero

La definizione di sinistra e il programma politico che ne risulta derivano dalla definizione di uguaglianza scelta, che a sua volta poggia sulla definizione di povertà. Dopo aver letto l’ottima sintesi dell’economista Elena Granaglia riflettevo sulle definizioni più correnti di povertà, e quella ISTAT (basata su soglie di reddito) quella basata sulla deprivazione materiale usata […]

Leggi tutto…

Crediti e debiti

Questo post è l’approfondimento di un tema toccato rapidamente in un post precedente: l’analisi dei debiti e crediti degli italiani. Nel frattempo è uscito qui in formato PDF (sette giugno 2013) il nuovo rapporto “Conti finanziari” di Banca d’Italia con i dati per il 2012, quindi la fonte di tutti dati è la Tavola 3 […]

Leggi tutto…

Confusione

La confusione regna sovrana nelle faccende politiche, e non mi riferisco alla campagna elettorale, ma proprio ai fondamentali. Si prenda ad esempio il saggio breve “Dalla fine delle sinistre nazionali ai movimenti sovversivi per l’Europa” di Toni Negri, basato su un intervento a una conferenza del 18 gennaio 2013 che può essere letto qui. Passato […]

Leggi tutto…

Pietà

In questi tempi duri niente di meglio di un bel film per distrarsi ! all’uopo si consiglia vivamente Pietà del coreano Kim Ki-duk; la trama la trovate qui. La visione di questo film dovrebbe essere obbligatoria sia per noi cittadini consumatori dell’occidente in crisi così come per loro, cittadini produttori dell’oriente in ascesa. Dopo la […]

Leggi tutto…

Una ricetta italiana per uscire dalla crisi

L’Italia per uscire dalla crisi ha innanzitutto bisogno di una ricetta italiana, dai sapori mediterranei, che piaccia al nostro palato. Poi se è vero che si tratta di una crisi del sistema capitalistico, della globalizzazione, del modello di sviluppo basato sulla crescita illimitata, serve anche una ricetta che si basi sui principi di sostenibilità, che […]

Leggi tutto…

Trasparenza

C’è un sorprendente accordo tra no global, indignados, confindustriali, governi di centro destra franco-tedeschi e financo i simpatici furboni di casa nostra, tutti uniti contro la finanza, colpevole di mettere a nudo il re. Fa imbestialire tutti costoro che sia possibile sui mercati mobiliari far passar di mano azioni societarie, obbligazioni e titoli, permettendo a […]

Leggi tutto…

Salvaci o Signore dal Libero Mercato

Di questi giorni la notizia che anche il Portogallo invoca l’aiuto dell’Unione Europea per sfuggire alla logica implacabile del Libero Mercato, che se lasciato fare (laissez faire !) porterebbe all’Apocalissi: semafori e illuminazione stradale spenti, ambulanze e pompieri senza benzina, scuole e ospedali senza corrente elettrica, scaffali dei supermercati vuoti, il paese nel caos… Si […]

Leggi tutto…

Patrimoniale verde

Il fascino dell’argomento del giorno è grande, soprattutto per quanto riguarda la recente (15 gennaio 2011) proposta dei Verdi tedeschi di una tassa sui patrimoni. A mò di introduzione, riassumiamo le puntate precedenti della telenovela della crisi che ormai da due anni occupa giustamente quasi completamente la nostra attenzione. A seguito delle perturbazioni sui mercati […]

Leggi tutto…

Americans

Finalmente ! Dopo anni di insulti allo stile di vita americano, questi fottuti europei hanno ciò che si meritano. Non vedevano l’ora, gli americans: definiti volta a volta minus habens, workaholic, incolti, consumatori bulimici (relata refero); tutti villette dei suburbs, barbecue, hamburger,  mall e SUV. Working and shopping. Sempre con le carte di credito pronte […]

Leggi tutto…

Meno merci nei porti

È tempo di bilanci per il primo semestre dell’anno nei porti europei. A Rotterdam calo del 13% rispetto allo stesso periodo del 2008; il calo è molto differenziato tra oli minerali + liquidi (quasi invariati) e “dry bulk” cioè merci secche in calo del 38%. A Genova fatte le dovute proporzioni (è un porto regionale […]

Leggi tutto…

Ma quando è iniziata la crisi ?

I mass media sono pieni di dati simili a quello che troviamo nel comunicato dell’Unione Petrolifera Italiana del 13 luglio: “I consumi petroliferi italiani nel mese di giugno 2009 hanno fatto segnare una flessione del 4,5% … rispetto allo stesso mese del 2008″. A parte che rivolgersi all’Unione Petrolifera per conoscere l’andamento del mercato dei […]

Leggi tutto…

Gratta che ti passa

Al momento l’Italia e il mondo sono in frenata, ma c’è un dato incoraggiante: nel suo comunicato stampa dell’8 aprile 2009 l’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato comunica che gli italiani nel 1° trimestre 2009 hanno scommesso il 9,2% in più rispetto al 1° trimestre 2008. I dati della raccolta estrapolati sull’intero 2009 e ripartiti […]

Leggi tutto…