Dizionario filosofico: Trasgressione

“Trasgredire” significa, etimologicamente, andare oltre. Partendo da una connotazione negativa (infrangere leggi, norme di comportamento) ha assunto man mano, nella nostra società di consumatori, un’aura positiva, mantenendo comunque entrambe le sfumature. Per gli italiani indigeni, vale quasi sempre l’accezione positiva, mentre per gli immigrati naturalmente, è ancora in uso la colorazione negativa. Astraendo, con un […]

Leggi tutto…

Nonluoghi: elogio della rotatoria

La rotatoria è cosmopolita: si sviluppa nel mondo anglosassone, tracima poi in Francia, Spagna e finalmente viene importata in Italia. La rotatoria è democratica: tutte le strade, piccole e grandi, godono degli stessi diritti. La rotatoria è sindacalmente corretta: viaggiare meno veloci, viaggiare tutti. La rotatoria è caritatevole: se hai sbagliato strada, puoi tornare indietro, […]

Leggi tutto…

I giornali non scompariranno (forse)

Ho trovato l’articolo di Shirky interessante e ricco di spunti, ma per molti versi non convincente. Provo ad esplicitare le mie perplessità. a) E’ almeno la terza volta che sento intonare il requiem per i giornali quotidiani: una prima volta quando il satellite ha moltiplicato i canali televisivi, consentendo la nascita di TV dedicate all’informazione; […]

Leggi tutto…

.ORG

Cos’hanno in comune Hamas, Comunione e Liberazione, l’ETA, e un gruppo di ultras del Napoli ? Che li differenzi dal Circolo del Bridge, il PD, la banda di Viggiù o gli Amici della Panissa ?  A mio parere due cose fondamentali. Danno ai propri membri uno scopo di vita: formano una comunità con obiettivi comuni, […]

Leggi tutto…

Dialogo tra un venditore di giornali e un passeggero

V: Giornali, giornali nuovi. Notizie. Bisogna di un giornale ? P: Che c’è di nuovo oggi, di grazia ? V: Guardi: la Comunità Europea ha consentito la produzione di vino senza alcol. P: Ancora i maledetti burocrati di Bruxelles ! V: Via signore, non si adiri. Consideri che l’Europa è l’unico baluardo rimasto tra la […]

Leggi tutto…

poSTille a PERLE AI PORCI?

La domanda- provocazione del programma radiofonico “Tabloid” di qualche tempo fa era: – Che cosa mettereste in un museo? Ero in viaggio e mi sono divertita ad ascoltare le risposte degli ascoltatori, pure divertite e divertenti, e  ho dovuto resistere alla tentazione di provocare a mia volta: – Nei musei ci metterei… i musei. Mi […]

Leggi tutto…

Perle ai porci ?

Ci risiamo. Pietro Citati ha pubblicato l’ennesimo articolo contro l’affollamento dei musei e delle mostre, frequentate da orde di barbari (soprattutto scolaresche e gruppi organizzati),  meno interessati all’arte che all’evento o al luogo. Insomma, da coloro per i quali è importante poter dire: “Io c’ero”. Nulla di quanto scrive è meno che condivisibile, tuttavia l’esercizio […]

Leggi tutto…

luoghi nonluoghi e dintorni

Il mio amico paolog sostiene che noi spesso crediamo di essere indipendenti, isolati e originali nel pensiero, in realtà siamo immersi senza che ce ne rendiamo conto in un flusso collettivo di idee, e gli esiti cui la nostra mente approda, i risultati che produce sono come convogliati, determinati, dal comune esperire e rifletterci. Lo […]

Leggi tutto…

Consigli di lettura

E’ stato da poco ripubblicato in Italia un libro del 1992, citatissimo, ma forse poco letto: “Nonluoghi” di Marc Augé (editrice Elèuthera). Le dimensioni non scoraggiano l’acquisto: sono 106 pagine, inclusa una prefazione recente dell’autore.  Nonostante la ridotta paginazione, è ricchissimo di spunti e contenuti, che forse il sottotitolo chiarisce meglio: “introduzione a una antropologia della surmodernità”. […]

Leggi tutto…

Vedi alla voce "Agricoltura"

La questione “fame nel mondo” è stata negli ultimi decenni di scarsa attualità presso le opinioni pubbliche occidentali, ponendosi in primo piano solamente durante le cosiddette emergenze umanitarie, causate principalmente da guerre locali. Nel 2008, il forte aumento dei prezzi di cereali e riso ha creato qualche allarme, ma è stato presto imputato alla speculazione, […]

Leggi tutto…

Processi verbali

L’agricoltura è biologica: lasciamo al terzo mondo quella intensiva, che profonde fertilizzanti e pesticidi; di industriale ormai è rimasta solo l’archeologia, almeno in Italia; il terziario è avanzato (lo teniamo in frigo o lo buttiamo?). Quelli pubblici sono mezzi, a essere ottimisti: se la velocità è alta, il ritardo è imprecisato e le carrozze fatiscenti. […]

Leggi tutto…

Linguaggio e mondo

Wittgestein, nel suo Tractatus, stabilisce una catena logica tra mondo, pensiero e linguaggio. Forzando e semplificando il suo scritto, potrei dire che l’uomo rappresenta il mondo (“lo stato dei fatti”) attraverso il suo pensiero, che esprime attraverso il linguaggio. Dunque, studiando il linguaggio si può capire, se non il mondo (l’essere in quanto tale è […]

Leggi tutto…

Corpo

Corpo in via di sparizione ,che sbianca come uno spettro ,perde identità sessuale ed etnica . Michael Jackson è stato uno dei body performer più estremi mai esistiti , qualche mese fa , ha dichiarato di volersi mummificare , o di voler affidare il corpo privo di carnalità esangue al tedesco Hagens , stravagante artista […]

Leggi tutto…

Facitevi li cazzi vostri

Questa frase ricorre ossessivamente tra l’innocuo kitsch dei venditori di souvenir in Sicilia. Facitevi li cazzi vostri: potrebbe comparire in esergo nella costituzione materiale della Sicitalia (sic). Oppure fare mostra di sé sulla bandiera tricolore. Facitevi li cazzi vostri: a indicare la tracimazione dello spazio privato, dove ognuno fa le regole e il più forte […]

Leggi tutto…